Il pistacchio ed i suoi benefici
La pianta del pistacchio (il cui nome scientifico è Pistacia Vera) appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae è originaria del Medio Oriente. Il frutto della Pistacia Vera sull’albero si presenta in grappoli ricoperti da mallo gommoso e resinoso dal colore bianco rossastro al momento della maturazione.


I principali paesi produttori di pistacchio sono l’Iran, la California e la Turchia; in Italia viene coltivato con successo in Sicilia, in particolar modo a Bronte, cittadina in provincia di Catania, dove hanno acquisito il marchio DOP.


La raccolta del frutto avviene generalmente durante il mese di settembre; una volta raccolto, viene estratto il mallo gommoso che ricopre il frutto. Estratto il mallo avviene l’esposizione al sole per circa tre giorni e, appena asciutto, il frutto viene immagazzinato in depositi in ambiente fresco ed asciutto per conservarne il colore ed il suo aroma pronto per le successive lavorazioni.

[continua]


I Pistacchi sono costituiti da: 3,9% da acqua, 20% da proteine, 27% da carboidrati, 3% da ceneri, 10% da fibre, 45% Grassi, 7,60% da zuccheri e 1,5% da amido. Discreta presenza di minerali, tra cui annoveriamo: calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio manganese, fluoro e rame. Per quanto riguarda le vitamine troviamo: vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, ed E.

Le ricerche degli ultimi anni hanno dimostrato ampiamente che mangiare quantità controllate di pistacchi, come parte di una dieta sana, può aiutare a gestire livelli di colesterolo, le infiammazioni e la salute dei vasi sanguigni.

I pistacchi contengono anche la “luteina”, un antiossidante che si trova nelle verdure verdi e gialle. Questo antiossidante è stato ampiamente studiato e si è rivelato benefico per la salute degli occhi e la gestione della glicemia e particolarmente importante per le persone che soffrono di diabete.

Inoltre, essendo una pianta ricca di sostanze non solo ad alto valore nutritivo ma anche di numerosi principi attivi, il pistacchio viene consigliato in diverse terapie per l’attività di antiradicali come per esempio, è sfruttabile in patologie cardiovascolari, arteriosclerosi, alcuni tipi di demenza inclusa la malattia di Alzheimer e per migliorare la qualità della vita dei giovanissimi e delle persone anziane.
Industria lavorazione Pistacchio dal 1972